Grignolino d’Asti DOC “Isolavilla”

Vitigno: Grignolino 100%.

Vigneto: Un vitigno molto esigente in fatto di clima e terreni, difficile da vinificare, ma in grado di regalare un vino originale, imprevedibile ed estroso.

Vinificazione: La selezione delle uve si svolge generalmente alla fine di Settembre o nella prima settimana di Ottobre ed è condotta interamente a mano. L’uva viene pigiata la sera stessa e messa in tini di acciaio inox per la fermentazione alcolica con una temperatura assistita che non supera i 28°C. La maturazione del vino prosegue nei tini di acciaio fino all’imbottigliamento.

Abbinamenti: Da provare con omelette di zucchine con ricotta e menta, alici fritte o ravioli ricotta e menta al pomodoro.

Ti consigliamo di guardare anche il Nizza DOCG Riserva che si avvicina come note gustative.

Immagine bottiglia Grignolino d'Asti DOC "Isolavilla"

OLFATTO

Al naso regala un profumo delicato e fine con note di sottobosco, fiori secchi e spesso accompagnate da caratteristici sentori di pepe bianco.

VISTA

Colore rosso rubino brillante, con sottili riflessi ambrati.

GUSTO

Al palato si presenta vivo e sapido ma raffinato, asciutto per la tipica presenza di tannini con retrogusto gradevolmente mandorlato.

““Il Grignolino è il più rosso dei vini bianchi ed il più bianco dei vini rossi” sembra abbia detto Veronelli. Un rosso dal colore piuttosto scarico, ma mai così chiaro da ricordare un rosato. In primavera o in estate provatelo fresco con fave e salame o qualche acciuga fritta… il mio preferito.”

Elisabetta

La Storia

Uno dei più antichi vini piemontesi e tra i primi prodotti dalla famiglia Bertolino. Il nome deriva quasi sicuramente da “grignole” termine dialettale astigiano ad indicare i vinaccioli particolarmente numerosi in questo tipo di uva. Un vino dal colore rosso brillante e dal gusto sorprendente.